Monte Jirisan

jirisan

Monte Jirisan

Il Jirisan che letteralmente vuol dire “squisita saggezza”rappresenta un vasto patrimonio naturale, culturale, spirituale.

In realtà, le persone parlano di Jiri-san come se fosse una sola montagna ma in realtà include diverse cime sotto un unico nome.

Le cime più alte di questa Montagna sacra sono principalmente tre:

  • Cheonwang-Bang

  • Banya-Bong

  • Nogo-Dan

Il Jirisan si trova nel Parco Nazionale del Monte Jirisan.

Il parco è cosi immenso che si estende su tre provincie (Nord e Sud Jeolla e Sud Gyeongsang) ma l’estensione più elevata si trova principalmente nel territorio del Sud Gyeongsang.

Diverse sono le attrazioni da visitare sul Monte Jirisan come Santuari, molti Templi antichi e moderni Buddisti che attirano non solo i pellegrini ma molti turisti.

Nel Jirisan si trova anche uno dei più importanti e grandi Monasteri (Hwaeom-sa)che è stato ricostruito nel 670 dal Maestro Uisang per servire come centro per lo studio della dottrina Buddista.

Sarebbe interessane approfondire la vita del Maestro Uisang che fu uno dei più importanti pionieri a cui fu affidato il compito di costruire solide basi del Buddismo in Corea dopo il Regno di Silla. Ma al momento una curiosità voglio citarla: il Maestro Uisan insieme ad altri tre esponenti del Buddismo (Chajang, Wonhyo, Hyegong) erano noti come i “Quattro Santi di Silla”. E fu proprio nel Tempio Oeosa (letteralmente vuol dire..il mio pesce) dove risiedevano a praticare insieme le dottrine del Buddismo.

Altra particolarità sul Monte Jirisan è che alcuni ritengono che questo luogo sia la residenza secondaria di Munsu Bosal (Manjusri). Ma chi è il Manjusri? È il Bodhisattva della saggezza, una divinità venerata che rappresenta appunto il Buddha della saggezza; anche se in verità il termine si riferisce più che altro ad un singolo Tempio o Santuario dedicato particolarmente a quella figura (come in questo caso il Buddha della saggezza).

Il Bodhisattva (Posal in coreano) è una parola sanscrita che significa “essere illuminato” e si riferisce a colui che ha raggiunto un elevato livello di illuminazione, ma ha inteso rinviare l’entrata nell’eterno nirvana allo scopo di guidare gli altri alla salvezza.

Se ci si trova sul Monte Jirisan è d’obbligo visitare anche il Tempio Haeinsa che custodisce una collezione di scritture buddiste che furono incise durante la dinastia Kgoryo per invocare protezione contro l’invasione mongola.

Il Monte Jirisan, oltre ad essere circondato da questa “aura sacra” e già di per se è un qualcosa che trasmette fascino ed è interessante sia per i diversi sentieri escursionistici che ha sia per le vedute panoramiche molto apprezzate dai coreani e dai turisti.

Per chi ha in mente di visitare la Corea del Sud non può perdersi il Monte Jirisan ed il suo Parco Nazionale dove si possono scoprire anche le varie coltivazioni come quella del Tè. Le piantagioni del Tè sono infatti estese per di più in questa aerea. Uno dei Tè più conosciuti è il Jungjak dalle foglie grandi rispetto al Sejak che sono più piccoline.

Come raggiungere il Monte Jirisan ed il parco?  Bus per Jinju dal  Seoul Bus Terminal. Dal terminal bus di Jinju prendere un autobus per il Daewonsa Temple (대원사) o un bus per Jungsan-ri (중산리)

maggiori informazioni su: http://english.visitkorea.or.kr/enu/ATR/SI_EN_3_1_1_1.jsp?cid=264209

Scritto da Maya

fonti:
centronirvana.it
cerimoniadelte.blogspot.com
aliviaggi.it
knps

Lascia un commento