E il percorso di filo spinato lungo il fiume Yeomha

Articolo e foto di Lee Heejo

Vi interessa la storia della divisione della Corea? Vorreste passeggiare nei pressi della DMZ, dove una natura rigogliosa si è preservata grazie alle limitazioni di accesso alla zona?

Il DMZ Pyunghwa-nuri trail è un sentiero di trekking realizzato per rendere accessibile l’area lungo la DMZ, zona demilitarizzata (in realtà una delle zone più altamente militarizzate sul pianeta) che corre lungo il confine tra Sud e Nord Corea. Il percorso è composta da 12 sentieri che collegano 4 città delle regione di Gyeonggi: Gimpo, Paju, Goyang e Yeoncheon. Qui si può non solo passeggiare in sicurezza, ma anche godere in prima persona degli svariati luoghi di interesse storico presenti nella zona.

In questo articolo vi parlerò di “Yeomhagang Cheolchaekkil”, il percorso di filo spinato lungo il fiume Yeomha. Si tratta del primo dei 12 sentieri del percorso di Pyeonghwa-nuri. Il sentiero si snoda lungo la costa occidentale della periferia di Gimpo, qui si armonizzano tra loro porti, stretti, montagne e filo spinato, creando un panorama suggestivo.

  • Il porto di Daemyung

Il porto di Daemyung, che si affaccia sulla costa dell’isola di Ganghwa, è l’unico porto dedicato alla pesca della città di Gimpo. Un luogo dove è possibile gustare freschissimo pesce e frutti di mare pescati direttamente dai pescatori della zona. In particolare, nel periodo autunnale è possibile trovare tante persone che si recano qui per il famoso granchio blu (꽃게) e il pesce geon-eo (전어), oltre che per i gamberetti saeujeot (새우젓), indispensabili per fare il kimchi.

Porto di Daemyung
  • Il forte di Deokpojin

Partendo dal porto di Daemyung, il primo sito storico che incontriamo è il forte di Deokpojin, di epoca Joseon. Il forte fu sito di feroci scontri con forze occidentali, come quelle americane e francesi, per fermarne le mire espansionistiche sulla penisola coreana. Tra queste ricordiamo la battaglia di Shinmiyangyo, ovvero la spedizione degli Stati Uniti verso la Corea, del 1871, e la Byeong-in yangyo, spedizione dei francesi in Corea, del 1866.

Forte di Deokpojin
  • La strada di filo spinato lungo il fiume

Questo percorso è chiamato “trekking sulla riva del fiume” in quanto si snoda per tutta la lunghezza della costa del fiume. In realtà non si tratta di un vero fiume, ma della linea di mare che separa la costa di Gimpo con quella dell’isola di Ganghwa. Questo percorso d’acqua è chiamato fiume Yeomhan perché stretto come un fiume, e come un fiume le sue acque scorrono veloci. Oltre il filo spinato è possibile scorgere splendide isole, mentre la vista degli uccelli migratori che volano sulle acque regala momenti di pura pace. Qui ci danno il benvenuto anche opere d’arte che esprimono il desiderio per una veloce pacificazione della penisola coreana.

  • La fortezza Munsusanseong

L’ultima fermata di questo primo sentiero è la porta meridionale della fortezza Munsusanseong. Questa fu costruita nel Diciassettesimo secolo, epoca Joseon, come castello fortificato. Di questo monumento storico soltanto la porta meridionale e quella settentrionale sono state ricostruite. Fu un grande campo di battaglia durante l’invasione francese Byeong-in yangyo. A questo punto, se vi restano le forze, vi consiglio di salire sulla cima della montagna Munsu. Da qui, quando il cielo è sereno, è possibile scorgere la montagna Songak della città nordcoreana di Kaesong.

La fortezza Munsusanseong

Iscriviti alla newsletter